Collaudo antitrauma norma UNI EN1177

norma UNI EN 1177

La norma UNI EN 1177: pavimentazioni antitrauma aree gioco e assorbimento impatto

Nel 2018 la norma UNI EN 1177, che stabilisce le modalità di collaudo delle pavimentazioni antitrauma, ha subito alcune importanti modifiche.

La norma definisce due altezze:

  • l’altezza libera di caduta (FFH), ovvero l’altezza dalla quale la persona può cadere (per le attrezzature ludiche questa altezza è definita in accordo alla norma EN1176)
  • l’altezza critica di caduta (CFH), ovvero l’altezza oltre la quale la pavimentazione antitrauma non offre un’adeguata protezione.

I collaudi vengono eseguiti con una testa di prova munita di un accelerometro calibrato, che misura l’intensità della variazione di velocità subita durante l’impatto. Il test è del tutto simile ai crash test eseguiti per la definizione dei sistemi di sicurezza degli autoveicoli.

La nuova edizione della norma EN1177, in primo luogo, ha precisato il metodo per l’esecuzione delle prove di laboratorio sulle pavimentazioni in condizioni standard, aggiungendo alla misura HIC (Head Injury Criterium) il parametro Gmax (accelerazione massima subita dalla testa di collaudo durante l’impatto). 

In secondo luogo, la nuova edizione ha precisato il metodo per l’esecuzione delle prove sul sito, definendo il campo di temperature di riferimento e stabilendo che – in caso di esito negativo – non sono previste ripetizioni della prova.

L’introduzione del parametro Gmax e la non ripetibilità delle prove in campo introduce di fatto un inasprimento dei criteri di accettabilità delle pavimentazioni antitrauma. Le pavimentazioni di BEN Progetti, caratterizzate da prestazioni antitrauma superiori, dovrebbero – dopo questa innovazione – risultare ancor più vantaggiose rispetto ad altri sistemi.

Per fornire ai propri Clienti soluzioni ottimizzate in termini di prestazioni e di costi, BEN Progetti ha avviato un programma di caratterizzazione in campo di tutti i propri sistemi di pavimentazione antitrauma, a integrazione delle certificazioni di laboratorio disponibili. Il programma prevede il sistematico collaudo di progetti nuovi ed il graduale collaudo dei progetti più vecchi. 

Scopo del programma è di affinare le procedure operative per rendere maggiormente costanti e ripetibili le prestazioni antitrauma del tappeto di base dei sistemi VPX e VPS, garantendo al contempo la durata della protezione.