AlzheimerPercorsi pedonali

Passo dopo passo…

Gomma antitrauma

Poter passeggiare in tutta tranquillità poggiando il piede su una pavimentazione soffice, che si prende cura del corpo senza affaticarlo, è la peculiarità del percorso realizzato presso il Nucleo Alzheimer Diurno di Treviolo della Cooperativa Namastè (http://www.coopnamaste.it/), interamente dedicato ad una decina di malati di Alzheimer che frequentano ogni giorno la struttura.

Facendo riferimento al modello di cura “gentile care” è stato creato un ambiente accogliente e familiare, come fosse una casa spaziosa, senza però venir meno la funzione terapeutica, progettando un ambiente dove luci, colori, spazi, arredi e pavimenti possano ridurre i pericoli e non creare disturbi.

È in questa visione di protezione e comfort che è stato realizzato il camminamento dell’intero giardino, utilizzando una pavimentazione pedonale  Vitriturf® Sistema VMS. (per maggiori dettagli tecnici https://www.benprogetti.it/vialetti-zone-multiuso-indoor-outdoor/)  Il Sistema VMS è costituito da un unico strato di gomma vergine 100% EPDM direttamente poggiato su una superficie regolare: in questo specifico caso il cliente ha espressamente richiesto uno spessore maggiore che rendesse la camminata particolarmente soffice – e vorrei aggiungere molto piacevole! Si ha la sensazione di essere avvolti dal pavimento… – oltre che antitrauma per proteggere gli ospiti della struttura da eventuali cadute.

Sono stati smussati tutti gli angoli vivi e livellati i vari dislivelli, andando a creare un camminamento omogeneo con il terreno circostante, così da evitare ogni possibile causa di inciampo. Il percorso antitrauma si inserisce perfettamente nel cotesto naturale del verde che lo circonda e accompagna il paziente a raggiungere le varie aree del percoso dove è possibile sostare comodamente seduti sulla panchina, all’ombra di verdi alberi, oppure raggiungere il recinto dedicato alla “Pet Therapy”, grazie agli amici asinelli, per passare alla coltivazione del piccolo orto ad altezza uomo, ricco di piantine stagionali.

Un “viaggio” nella realtà di chi è ostaggio della malattia che ruba i ricordi, ricco di stimoli, emozioni e tanto comfort.